.
Annunci online

Antigone
Ogni città riceve la sua forma dal deserto a cui si oppone.
politica interna
1 febbraio 2011
PDL colognese, ovvero della libertà di cambiare idea sperando che nessuno se ne accorga
Dopo aver letto l'articolo del rappresentante del PDL in Consiglio comunale, Sergio Daleffe, sull'ultimo numero del notiziario comunale, mi sono posta alcuni quesiti sulla tenuta della mia memoria. Ricordavo, infatti, che contro la creazione di un polo logistico a Cascina Palazzo ci fosse anche Sergio Daleffe, poco più di due anni fa. In effetti, ricordavo bene.
Il ricorso al TAR contro il Comune per il cambio di destinazione d'uso relativo a Cascina Palazzo fu presentato da tutte le opposizioni nell'inverno 2008/2009: firmammo Andrea Carrara e io, Robert Carrara, Giampaolo Bonacina, Massimo Gustinelli, Giovanni Ghidoni e pure Sergio Daleffe.
Ora scopriamo che per il PDL, per Sergio Daleffe (articolo su Informacologno) e per Tino Resmini, la mancata realizzazione di un centro logistico a Cascina Palazzo sarebbe "un'occasione perduta". Al di là del malcontento evidente della cittadinanza per quest'opera (ricordiamo l'assemblea pubblica del novembre 2008), come si può cambiare idea dopo soli due anni e arrivare a giustificare lo spreco di un territorio già compromesso con l'acquisizione di 4 milioni di euro di oneri di urbanizzazione? E' possibile che il nostro territorio e che il paesaggio colognese debbano essere sempre ed esclusivamente visti come fonte di guadagno facile? Che cosa ce ne facciamo di 4 milioni di euro di oneri di urbanizzazione, se andiamo a compromettere ulteriormente la qualità ambientale del nostro paese?
sfoglia
gennaio        marzo

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

Chiara Drago

Crea il tuo badge progetto Cologno

Promuovi anche tu la tua Pagina